martedì 2 gennaio 2018

Tonico naturale FAI DA TE

Il tonico, questo sconosciuto!


Ebbene è vero, noi donne tendiamo a trascurare questo step all'interno della nostra skincare. Mi è venuto in mente dopo aver visto il video di una signora coreana che spiega come prendersi cura della pelle alla coreana maniera, per intenderci. E per loro il tonico è fondamentale!


Dopo il passaggio del latte detergente, e di uno struccante specifico, il tonico è d'obbligo perché apporta diversi benefici alla pelle senza contare il fatto che è un valido alleato per preservare una pelle giovane.

Il consiglio è quello di applicarlo sempre su un volto già accuratamente pulito versandone alcune gocce su un batuffolo di cotone, picchiettando la pelle del viso, del collo e del décolleté. Errore degli errori: non bisogna strofinare! L’effetto sarebbe quello di disperdere su tutto il viso i residui impuri raccolti su una precedente porzione di pelle.

Poiché la pelle del viso si abitua all'azione del tonico, un ulteriore consiglio è quello di cambiarlo spesso.

Il tonico fai da te è infatti un’ottima alternativa a quelli in commercio e ha il vantaggio di essere anche più economico, cosa non trascurabile. 


Andiamo ad elencare che tipo di tonico possiamo preparare nella nostra cucina:

TONICO AL LIMONE

Per prepararlo basta spremere un limone, privare il succo dei semi e applicarlo. Possiamo diluirlo con una parte di acqua distillata per mitigare un po’ l’effetto. Proprio perché il limone brucia è bene non tenerlo in posa troppo a lungo sul viso.

TONICO ALLA CAMOMILLA PER LE PELLI SENSIBILI 

Per prepararlo servono: acqua distillata e filtri o fiori di camomilla. Portate a ebollizione circa 150 ml di acqua. Inserire all'interno del recipiente due filtri di camomilla o dei fiori essiccati (5 gr circa) e lasciate in infusione per circa 10 minuti. Una volta raffreddato, riponetelo in un vasetto di vetro.
Può essere conservato nel frigorifero al massimo per 3 giorni.

TONICO AL ROSMARINO E LAVANDA PER LE PELLI GRASSE

Per prepararlo servono: 120 ml di acqua distillata, un cucchiaio di fiori essiccati di lavanda e uno di fiori essiccati di camomilla, olio essenziale di lavanda e un cucchiaio di aceto di mele. Portate ad ebollizione l’acqua e, a fuoco spento, immergete i fiori. Dopo circa 10 minuti di infusione, filtrate il tutto utilizzando un colino a maglia stretta. A questo punto fate raffreddare il liquido ottenuto e, a freddo, versatevi il cucchiaio di aceto di mele e 3 gocce di olio essenziale alla lavanda. Conservate in un contenitore di vetro da tenere in frigorifero per un massimo di 5 giorni.

Nessun commento:

Posta un commento